GEGE’ TELESFORO QUINTET Special Guest Dario Deidda “Impossible Tour”

GEGE’ TELESFORO QUINTET
 Special Guest Dario Deidda
“Impossible Tour

“Impossible Tour Live” è il racconto in musica dei tanti concerti affrontati nella difficile estate del 2021 per la musica, tanta strada percorsa insieme ad una band formidabile, formata dal bassista Dario Deidda, uno dei più quotati bassisti del mondo; dallo special guest Max Ionata, uno dei nostri sassofonisti italiani più richiesti a livello internazionale e ospite, il 18 febbraio scorso, della stagione del Latina Jazz Club Luciano Marinelli; il noto pianista Domenico Sanna, uno dei più raffinati talenti del panorama nostrano; l’eccellente contrabbassista Luca Bulgarelli che ha curato anche il mix e il mastering dell’album; e infine Michele Santoleri,  giovanissimo batterista dal futuro luminoso, entrato a pieno diritto da qualche anno nella band di Telesforo.

“A marzo 2021 pensavamo che fosse ancora impossibile tornare a fare musica dal vivo. Invece ci siamo riusciti: con alcuni tra i miei migliori amici e stimati musicisti abbiamo portato a termine un tour di 30 concerti con l’obiettivo di tirare su il morale a tutti ed a noi per primi. Ora che anche questo album live è stato pubblicato, siamo pronti – se ne avremo la possibilità – ad affrontare l’Impossibile Tour 2022 la prossima estate.”

“Impossible Tour Live” toccherà sabato 23 aprile alle ore 21:00 anche il nostro territorio, unendo due realtà artistiche della provincia di Latina: il Latina Jazz Club “Luciano Marinelli” e il Teatro Fellini di Pontinia, in cui si terrà il concerto. Non perdere questo evento e prenota subito il tuo biglietto!

Prenota il tuo biglietto

Continua a leggere

LATINA, JAZZ ART & ARCHITECTURE – Il Jazz tocca il cielo (Torre Pontina)

LATINA, JAZZ ART & ARCHITECTURE – Il Jazz tocca il cielo (Torre Pontina)

Nel punto più alto della città di Latina, all’interno della Torre Pontina, Andrea Beneventano al piano elettrico e Claudio Corvini alla tromba portano il jazz a toccare il cielo con le note di Sandu di Clifford Brown, Barbara di Horace Silver e My Shining Hour di Harold Arlen.

LATINA, JAZZ ART & ARCHITECTURE – Il Jazz di Latina incontra le sue origini (Prefettura di Latina)

LATINA, JAZZ ART & ARCHITECTURE – Il Jazz di Latina incontra le sue origini (Prefettura di Latina)

Nella razionalista Sala del Palazzo del Governo, in cui domina il preziosissimo affresco di Duilio Cambellotti intitolato la Redenzione dell’Agro, in cui le immagini raccontano la storia del nostro territorio, Elio Tatti al contrabasso, Mauro Zazzarini al sax e Giampaolo Ascolese alla batteria

LATINA, JAZZ ART & ARCHITECTURE – Il Jazz incontra l’arte (Museo Cambellotti)

LATINA, JAZZ ART & ARCHITECTURE – Il Jazz incontra l’arte (Museo Cambellotti)

In uno dei più importanti musei della città, dove le origini contadine della nostra terra incontrano le grandi menti dell’arte del ‘900 Marco Malagola al pianoforte e Claudio Olimpio alla chitarra, danno vita con il loro talento a Stella by Starlight di Victor Young, Darn That Dream di Jimmy Van Heusen

LATINA, JAZZ ART & ARCHITECTURE – Il Jazz di Latina nella sua casa (Circolo Cittadino)

LATINA, JAZZ ART & ARCHITECTURE – Il Jazz di Latina nella sua casa (Circolo Cittadino)

È la sala che ogni anno vede la stagione del Latina Jazz Club Luciano Marinelli, la sua casa che vede protagonisti due cristallini talenti pontini come Vincenzo Bianchi al pianoforte ed Eleonora Serarcangeli alla voce con brani come Misty di Errol Gardner, Soon di George Gershwin, Route66 di Bobby Troup e Just in time di Jule Styne.

CREDITS

Le foto inserite nel sito sono di proprietà di Alessandro Farchica.

© Latina Jazz Club Luciano Marinelli. All rights reserved. Powered by ArkimedeADV.


Privacy Policy | Cookie Policy